castle, puglia, salento

#laltrarte

L’ A.P.S. #laltrarte è nata a Mola di Bari nell’ottobre 2019, dalla volontà dei soci fondatori Sante Longo, Silvia Mazzilli e Ilia Caldarulo.

È possibile associarsi inoltrando richiesta tramite la pagina Contatti.

Come da statuto:

  1. L’associazione non ha scopo di lucro e persegue finalità culturali, civiche, solidaristiche e di utilità sociale, mediante lo svolgimento in favore dei propri associati, di loro familiari o di terzi di una o più delle seguenti attività di interesse generale, avvalendosi in modo prevalente dell’attività di volontariato dei propri associati.
  2. Ai sensi dell’art 5 del codice del terzo settore l’associazione svolge attività d’interesse generale nei seguenti settori:
  3. a) interventi e servizi sociali ai sensi dell’articolo 1, commi 1 e 2, della legge 8 novembre 2000, n. 328, e successive modificazioni, e interventi, servizi e prestazioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 104, e alla legge 22 giugno 2016, n. 112, e successive modificazioni;
  4. d) educazione, istruzione e formazione professionale, ai sensi della legge 28 marzo 2003, n. 53, e successive modificazioni, nonche’ le attivita’ culturali di interesse sociale con finalita’ educativa;
  5. e) interventi e servizi finalizzati alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni dell’ambiente e all’utilizzazione accorta e razionale delle   risorse   naturali,   con   esclusione dell’attivita’, esercitata abitualmente, di raccolta e riciclaggio dei rifiuti urbani, speciali e pericolosi;
  6. f) interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio, ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, e successive modificazioni;
  7. g) formazione universitaria e post-universitaria;
  8. i) organizzazione e gestione di attivita’ culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attivita’, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attivita’ di interesse generale di cui al presente articolo;
  9. j) radiodiffusione sonora a carattere comunitario, ai sensi dell’articolo 16, comma 5, della legge 6 agosto 1990, n. 223, e successive modificazioni;
  10. k) organizzazione e gestione di attivita’ turistiche di interesse sociale, culturale o religioso.

In particolare l’associazione ha le seguenti finalità e scopi:

Organizzazione e promozione di eventi culturali, rivolti alla pubblica fruizione, con particolare attenzione alla valorizzazione del patrimonio culturale e turistico del territorio d’azione.

Per la realizzazione dei propri scopi e nell’intento di operare per la realizzazione di interessi a valenza collettiva, l’Associazione si attiverà mediante:

  1. Organizzazione, gestione, formazione ed orientamento al fine di promuovere una società più attenta e sensibile, oltre che più consapevole, del proprio patrimonio culturale e artistico (materiale e immateriale, mobile e immobile, costituito da persona fisica o giuridica), favorendo l’incontro tra domanda e offerta culturale;
  2. Organizzazione di attività volte alla promozione della cultura del benessere psicofisico;
  3. Divulgazione della cultura, anche ambientalista, promuovendo un approccio turistico e di valorizzazione dell’ambiente territoriale, dei beni culturali (anche minori) e del vissuto storico, sociale e delle tipicità locali, anche enogastronomiche, lette attraverso l’interpretazione antropologica propria della Scienza Sociale e delle tradizioni popolari pugliesi;
  4. Monitoraggio delle su esposte attività, al fine di favorire processi di ottimizzazione dei risultati;
  5. Promuovere forme di turismo culturale e sociale, in linea con gli obiettivi strategici della Regione Puglia;
  6. Tutela dei diritti civili e delle pari opportunità, promozione dell’integrazione multietnica e multiculturale a servizio delle minoranze attraverso collaborazioni con altre realtà sul territorio;
  7. Promozione della cultura locale anche attraverso la gestione di spazi per la libera espressione dell’arte;
  8. Stipulazione di accordi, collaborazioni e convenzioni con Enti associativi ed istituzioni pubbliche e/o private per la promozione e l’esercizio delle sue attività;
  9. Raccolta fondi attraverso iniziative di autofinanziamento e/o crowdfunding;
  10. Lo svolgimento delle attività consentite dall’ordinamento utili al fine di conseguire gli scopi associativi e finanziarne le attività.

  11. L’associazione può esercitare, a norma dell’art. 6 del Codice del terzo settore, le attività diverse da quelle di interesse generale, secondarie e strumentali rispetto a queste ultime, secondo le previsioni del presente statuto e nei criteri e limiti definiti con apposito Decreto Ministeriale, con le modalità operative deliberate dal proprio Consiglio direttivo.
  12. Per lo svolgimento delle suddette attività, l’Associazione si avvale prevalentemente delle attività prestate in forma volontaria, libera e gratuita dai propri associati volontari. Può inoltre avvalersi, in caso di particolare necessità, di prestazioni di lavoro autonomo o dipendente, anche ricorrendo ai propri associati nei limiti previsti dalla attuale normativa. La qualifica di volontario è incompatibile con qualsiasi forma di rapporto di lavoro subordinato o autonomo e con ogni altro rapporto di lavoro retribuito con l’ente di cui il volontario è socio o associato o tramite il quale svolge la propria attività volontaria.
Ilia2

Sante Longo, laureato in cultura teatrale, dopo anni come aiuto regista e assistente di
scena, comincia ad occuparsi di organizzazione di eventi di promozione culturale e sociale.
Collabora con enti pubblici e privati ma preferisce non prendersi troppo sul serio.

Silvia Mazzilli (Bari, 1983) è una storica dell’arte e curatrice. Dopo aver conseguito la Laurea Magistrale in Storia dell’Arte, si è dedicata alla curatela di mostre di artisti contemporanei e alla redazione di testi critici. Ricercatrice in ambito dell’antropologia filosofica, si dedica all’approfondimento del legame tra creazione artistica e dottrine esoteriche. Nel 2019 ha curato la direzione artistica di SincreticaFestival delle Arti Contemporanee; sempre del 2019 le pubblicazioni: postfazione per Famiglio, monografia delle omonime opere di Pierpaolo Miccolis, Pietre Vive Editore; testo critico per CARTAM, catalogo della mostra di Pierpaolo Miccolis, Pietre Vive Editore; il saggio Il digitale e le ibridazioni. Arte e tecnologia: la rivoluzione dei sensi, nel libro La Filosofia e la Rivoluzione Digitale, Echi dal Futuro, a cura di E. Tulli, Stilo Editrice. Esperta di tarocchi, ha scritto i frammenti poetici che accompagnano le Due Lune Tarot, mazzo ideato e disegnato dall’artista pugliese Pierpaolo Miccolis, con l’ausilio di Claudio Panaro.

Ilia Caldarulo ha sempre lavorato nel settore della comunicazione visiva come grafico e web designer per poi approdare nel campo del benessere psico-fisico studiando come operatore shiatsu e MCB (massaggiatore capo bagnino degli stabilimenti idroterapici).
Oggi sempre più convinta che l’arte è un ottimo strumento di aiuto per collegare ciò che abbiamo dentro con la realtà esterna, sviluppando il proprio potenziale autorigenerativo.

Si ringrazia, inoltre, Giusi Aglieri per la gentile collaborazione.